Il caffè non fa bene al feto, effetti sul comportamento a lungo termine

Il consumo, specie in eccesso, infatti potrebbe avere effetti sul cervello del nascituro e sui percorsi cerebrali che regolano il comportamento, con conseguenze nel corso della vita. La ricerca, condotta al Del Monte Institute of Neuroscience dell’Università di Rochester ha analizzato il cervello di 9 mila bambini tra i 9 e i 10 anni che erano stati esposti a dosi di caffeina nel periodo prenatale.

Lo smemorato da…COVID-19

Uno studio coordinato dall’Università Statale di Milano indaga le conseguenze neurologiche nella fase post ospedaliera dei pazienti Covid-19, a distanza di 5 mesi: rallentamento mentale e difficoltà di memoria i sintomi più persistenti. I pazienti che hanno superato il Covid-19 spesso, a distanza di tempo dalla guarigione e dalla dimissione dall’ospedale, lamentano rallentamento, stanchezza mentale, mancanza.