La demenza si sconfigge con l’istruzione da bambini, e non solo

Nel suo rapporto del 2017, The Lancet Commission on Dementia Prevention, Intervention, and Care ha identificato 9 fattori di rischio prevenibili per la demenza: istruzione scarsa o nulla, ipertensione, problemi di udito non trattati, fumo, obesità, depressione, inattività fisica, diabete contatto. Da allora, la commissione ha riferito che le prove emergenti indicano altri 3 fattori di rischio di demenza prevenibili: traumi cranici, consumo eccessivo di alcol nella mezza età ed esposizione all’inquinamento atmosferico in età avanzata.

Per prevenire o ritardare la demenza, la commissione ha raccomandato ai paesi di fornire istruzione primaria ed elementare a tutti i bambini, adottare misure per prevenire l’obesità e il diabete e ridurre l’inquinamento atmosferico e l’esposizione al fumo passivo. Hanno anche raccomandato programmi per prevenire l’inizio del fumo, perdita dell’udito e lesioni alla testa e per incoraggiare l’uso di apparecchi acustici e smettere di fumare. Ulteriori misure preventive includono il mantenimento della pressione sanguigna sistolica di 130 mm Hg o inferiore nella mezza età, la limitazione dell’alcol a meno di 21 porzioni a settimana e il mantenimento di uno stile di vita attivo.

“È probabile che gli interventi abbiano il maggiore impatto su coloro che sono sproporzionatamente colpiti da fattori di rischio di demenza, come quelli nei paesi a basso e medio reddito e sulle popolazioni vulnerabili, comprese le comunità etniche nere, asiatiche e minoritarie”, Gill Livingston, MD, presidente del gruppo di esperti e professore di psichiatria degli anziani all’University College di Londra, ha detto in una dichiarazione. È ora di “iniziare ad affrontare le disuguaglianze per migliorare le circostanze in cui le persone vivono la loro vita”, ha aggiunto.

https://jamanetwork.com/journals/jama/fullarticle/2770635?guestAccessKey=898661df-0105-4cff-9a08-379c8ef8f0a4&utm_source=silverchair&utm_medium=email&utm_campaign=article_alert-jama&utm_term=mostread&utm_content=olf-widget_09232020

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*