LO STRESS INFLUENZA LE NOSTRE PRESTAZIONI COGNITIVE

Tutto si gioca a livello della corteccia prefrontale, il centro di controllo di attività raffinate come elaborazione del pensiero, percezione, ragionamento.

In questa zona elaboriamo migliaia di informazioni e decisioni ogni giorno.

A queste si aggiungono stimoli esterni come liti nel traffico, riunioni, contrasti coniugali, mediazioni con i figli. Tutti elementi che provocano quello che viene chiamato ‘stress sociale’.

Hanno voluto indagare il suo effetto nel cervello di alcune cavie i ricercatori del Max Planck Institute. Sottoposte a forti stress cerebrale le cavie, dopo alcune ore le hanno messe alla prova valutando le loro capacità ad uscire da un labirinto o a ricordare alcuni eventi appresi in precedenza.

Ebbene si è visto che dopo lo stress le cavie erano meno performanti. Avrebbe un ruolo cruciale il CRF (fattore di rilascio della corticotropina) che, quando inibito, ha permesso alle cavie di eseguire le attività richieste con successo come era accaduto quando avevano agito senza stress.

Con questa scoperta gli scienziati sperano di aggiungere un nuovo tassello allo studio di nuovi trattamenti per disturbo post traumatico da stress, depressione, e schizofrenia che comportano un decli

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*