CERVELLO SOTTO ATTACCO: L’INQUINAMENTO PUO’ PROVOCARE LA DEMENZA

L’aria inquinata delle metropoli è ormai riconosciuta come fattore di rischio per molte patologie e una esposizione prolungata avrebbe effetti anche sul cervello. Mentre alcune ricerche hanno evidenziato gli effetti sul quoziente intellettivo dei bambini, oggi gli scienziati hanno stabilito che le sostanze cliniche e tossiche che aleggiano nell’aria sono un fattore di rischio per.

CAMBIARE MODO DI PENSARE? PER IL CERVELLO E’ ‘COSTOSO’

C’è un filone di indagini di lungo corso al quale nessuno è ancora riuscito a dare una risposta: la nostra vita è in qualche modo già scritta o abbiamo il controllo del nostro destino? E nel caso, in che quantità queste due opzioni avrebbero un peso? Certo il destino ? concetti poco scientifici alle orecchie.

L’OBESITÀ SI CURA A PARTIRE DAL CERVELLO

Una conferma definitiva dell’efficacia e della sicurezza della stimolazione magnetica transcranica* arriva dal nuovo studio dei ricercatori dell’IRCCS Policlinico San Donato, guidati dal professor Livio Luzi, responsabile dell’area di Endocrinologia eMalattie Metaboliche dell’ospedale e ordinario di Endocrinologia presso l’Università degli Studidi Milano. Il medesimo gruppo di ricerca aveva già riportato in diversi congressi internazionali sial’efficacia della stimolazione magnetica transcranica profonda nel modificare.

Una buona attività sessuale aiuta a mantenere il cervello sano

Fare l’amore spesso e in maniera soddisfacente mette il turbo alla salute del cervello perché è l’organo sessuale più importante, anche dei genitali stessi. E’ questo infatti a produrre tutta la serie di sostanze che regolano la libido, l’eccitazione, la prestazione tra le lenzuola e il legame tra i partner. Un ruolo cruciale. La relazione.

Risvegliare pazienti in stato vegetativo: allo studio stimolazione cerebrale

In Italia ogni anno si contano 250 traumi alla testa ogni 100mila abitanti e 70 mila persone sviluppano un certo grado di disabilità. Le cause sono incidenti stradali o sportivi che possono lasciare conseguenze importanti sino alla diminuzione dell’aspettativa di vita. Una ricerca apparsa su Journal of Neurology Neurosurgery and Psichiatry ha calcolato che su.

In ospedale per un’infezione? Disturbi mentali in agguato

E’ la convinzione di un gruppo di ricercatori che ha estratto dal Danish Psychiatric Central Research Register  i dati di un gruppo di soggetti dalla nascita all’età di 17 anni. Su circa 1,1 milioni di bambini nati in Danimarca tra il 1995 e il 2012, circa 42mila (il 3,9%) hanno ricevuto una diagnosi psichiatrica negli.

Il cervello è un muscolo, se non lo usi lo perdi

Il cervello anziano quindi diventa meno efficace solo in parte a causa dell’età, teme soprattutto l’inattività e la noia anche se impegnarsi in una intensa attività di ginnastica mentale dopo la pensione potrebbe non essere sufficiente a proteggere dal declino cognitivo. Bisogna quindi arrendersi? Diciamo che una nuova ricerca ha evidenziato come le persone più intellettualmente.

Traumi infantili aumentsno il rischio di depressione da adulti

Abusi, percosse ma anche la negligenza e la carenza di cure da parte dei genitori sono eventi che possono lasciare il segno nella mente dei bambini. Ora però si è visto che questi segni sono reali, vere e proprie cicatrici nel cervello che aumentano il rischio di sviluppare seri disturbi mentali come la depressione. Gli.